Home

2009_0113Santuario0056
Orario Messe
2009_0113Santuario0005
Spezzando la sua parola
2009_0113Santuario0015
Storia del Santuario
100_9770
Intenzioni di preghiera

L’arte presepiale

Con l’approssimarsi delle feste natalizie, l’arte presepiale trasmette visivamente un messaggio di profonda spiritualità. Nel Mistero dell’Incarnazione ogni cristiano riscopre le origini della propria fede e celebra la salvezza dell’umanità. Un Dio che si fa bambino, che conosce la caducità della carne e che si abbassa a tal punto per dimostrarci tutto il suo amore! Nel Divino Bambino di Betlemme abita la pienezza dell’umanità e della divinità, la bellezza e la tenerezza di un Dio che desidera raggiungere il cuore di ogni uomo. Sono questi i sentimenti che mossero San Francesco d’Assisi nella fredda notte di Natale del 1223 a rievocare a Greccio, in una povera grotta, la nascita di Gesù, dando vita al “Praesepium” (mangiatoia).  L’arte presepiale trae dunque origini da questa meravigliosa esperienza del Santo di Assisi. Si svilupperà nel corso dei secoli assumendo caratteri specifici della cultura dei popoli,

mescolando spesso il sentire religioso con costumi e tradizioni. In questo contesto, nel 700, nasce e si sviluppa il presepe napoletano, oggi rinomato e apprezzato in tutto il mondo. La nascita del Cristo viene rappresentata non più in Betlemme di Giudea ma nella Napoli del 700, tra vicoli e strade affollate da gente povera e ricca, a significare che la nascita del Salvatore è un evento che oltrepassa i confini spazio temporali. La Natività non è collocata nella celebre grotta o capanna, ma in un tempio diroccato, segno quest’ultimo della decadenza del paganesimo e del trionfo del cristianesimo. Quest’anno nel nostro Santuario sarà possibile ammirare un presepe artistico di stile napoletano. Opera realizzata con passione e amore, frutto di una lunga esperienza presepiale. Possa la contemplazione del santo presepe suscitare nei nostri cuori sentimenti di vera carità nei confronti di Dio e dei più poveri.

Don Davide Vigna