• Spezzando la sua Parola

    IL RITORNO A DIO

    Riflessione sulla liturgia della Parola di monsignor Ermanno Raimondo II Domenica di Avvento  12/8/2019 – Anno (A) (Letture: Isaia 11,1-10; Salmo 71; Romani 15,4-9; Matteo 3,1-12) Nella prima domenica di Avvento la Parola di Dio ci esortava a vegliare e a fare attenzione ai desideri di Dio sulla Chiesa e sulla umanità, oggi ci chiede la conversione, un’altra parola-chiave dell’Avvento, che comporta un radicale cambiamento di pensiero e di vita. A proclamare questa esigenza di conversione in questa prima parte dell’Avvento ci vengono incontro due grandi figure: oggi la figura di Giovanni Battista, l’8 dicembre quella di Maria, la Madre del Messia, che lo portò per nove mesi in grembo…

    Commenti disabilitati su IL RITORNO A DIO
  • Spezzando la sua Parola

    UN’ATTESA CHE RIEMPIE I GIORNI DI SPERANZA

    Riflessione sulla liturgia della Parola di monsignor Ermanno Raimondo I Domenica di Avvento  12/1/2019 – Anno (A) (Letture: Isaia 2,1-5; Salmo 121; Romani 13, 11-14a; Matteo 24, 37-44) Inizia il tempo liturgico d’Avvento. Una nuova opportunità che il Signore ci offre come singoli e come comunità; un altro invito alla Chiesa e a ciascuno di noi che in questa liturgia ci rivolge attraverso il profeta Isaia: «Casa di Giacobbe, venite, camminiamo nella luce del Signore» (prima lettura); «È ormai tempo di svegliarvi», ci ammonisce l’apostolo Paolo (seconda lettura); «Vegliate! Tenetevi pronti», ci raccomanda Gesù. La liturgia in questi momenti forti di passaggio da un anno all’altro, da una stagione all’altra,…

    Commenti disabilitati su UN’ATTESA CHE RIEMPIE I GIORNI DI SPERANZA
  • Spezzando la sua Parola

    LA GLORIA DI DIO SI CELA IN TUTTI I POVERI DELLA TERRA

    Riflessione sulla liturgia della Parola di monsignor Ermanno Raimondo XXXIV Domenica del Tempo Ordinario – Cristo Re dell’universo  11/24/2019 – Anno (C) (Letture: 2 Samuele 5, 1-3; Salmo 121; Colossesi 1, 12-20; Luca 23, 35-43) È l’ultimo giorno dell’Anno Liturgico nel corso del quale abbiamo celebrato tutti i misteri della vita di Cristo, dalla nascita alla sua morte e risurrezione, dalla partenza dalla scena di questo mondo con l’Ascensione alla sua rinnovata presenza con la Pentecoste. Oggi contempliamo Nostro Signore Gesù Cristo Re dell’universo, un titolo di portata cosmica e universale. La regalità di Gesù Cristo risplende nella riconciliazione e comunione che per mezzo di Lui Dio Padre ha realizzato…

    Commenti disabilitati su LA GLORIA DI DIO SI CELA IN TUTTI I POVERI DELLA TERRA
  • Spezzando la sua Parola

    NEMMENO UN CAPELLO DEL NOSTRO CAPO ANDRÀ PERDUTO

    Riflessione sulla liturgia della Parola di monsignor Ermanno Raimondo XXXIII Domenica del Tempo Ordinario  11/17/2019 – Anno (C) (Letture: Malachia 3, 19-20a; Salmo 97; 2 Tessalonicesi 3, 7-12; Luca 21, 5-19) Con l’Anno Liturgico che sta per finire ritorna puntualmente, attraverso le letture bibliche, la riflessione sugli ultimi tempi, sulle ultime realtà che nel libri Sacri si chiamano Novissimi, cioè le cose che accadranno all’uomo alla fine della vita: la morte, il giudizio, il destino eterno. Realtà che non dobbiamo mai perdere di vista e a cui dobbiamo saper guardare con fiducia e speranza, nella convinzione che il futuro dell’uomo e della storia è nelle provvide e amorose mani di…

    Commenti disabilitati su NEMMENO UN CAPELLO DEL NOSTRO CAPO ANDRÀ PERDUTO
  • Spezzando la sua Parola

    NULLA MUORE DELL’UOMO TUTTO SI TRASFORMA IN UNA REALTÀ NUOVA

    Riflessione sulla liturgia della Parola di monsignor Ermanno Raimondo XXXII Domenica del Tempo Ordinario  11/10/2019 – Anno (C) (Letture: 2 Maccabei 7, 1-2. 9-14; Salmo 16; 2 Tessalonicesi 2,16-3,5; Luca 20, 27-38) Il messaggio di questa domenica ci mette di fronte al nostro destino ultimo che, come professeremo tra poco nel Credo, è “la vita del mondo che verrà”. Ci fa meditare sul mistero della morte che S. Francesco d’Assisi chiamava “sora nostra morte corporale, dalla quale nullo homo vivente po’ scappare” (Cantico delle creature), e che è l’inizio della vita eterna e dell’eterna comunione d’amore con la Santissima Trinità. Ci invita a fermare l’attenzione sulla “risurrezione della carne”, che…

    Commenti disabilitati su NULLA MUORE DELL’UOMO TUTTO SI TRASFORMA IN UNA REALTÀ NUOVA
  • Spezzando la sua Parola

    L’UOMO DIMORA DI DIO

    Riflessione sulla liturgia della Parola di monsignor Ermanno Raimondo Dedicazione della Basilica Lateranense  11/9/2019 – Anno (PROPRIO DEI SANTI) (Letture: Ezechiele 47,1-2.8-9.12; Salmo 45; 1Corinti 3,9c-11.16-17; Giovanni 2,13-22) Nel 312 l’imperatore Costantino si convertì al Cristianesimo e donò a Papa Milziade il Palazzo Laterano. Verso il 320 vi aggiunse una chiesa, la Chiesa del Laterano, la prima di tutte le Chiese d’Occidente, e anche la prima chiesa ad essere pubblicamente consacrata da Papa Silvestro il 9 novembre 324 con il nome di Basilica del Santissimo Salvatore. Nel XII secolo, sotto il pontificato di san Gregorio Magno, per via del battistero, che è il più antico di Roma, fu dedicata a…

    Commenti disabilitati su L’UOMO DIMORA DI DIO
  • Spezzando la sua Parola

    GESÙ CONOSCE BENE QUELLO CHE C’È IN OGNI UOMO

    Riflessione sulla liturgia della Parola di monsignor Ermanno Raimondo XXXI Domenica del Tempo Ordinario  11/3/2019 – Anno (C) (Letture: Sapienza 11,22-12,2; Salmo 144; 2 Tessalonicesi 1,11 – 2,2; Luca 19, 1-10) È una storia quella che ci viene raccontata oggi dal Vangelo di Luca che ci fa capire come solo Dio può pienamente appagare il cuore dell’uomo. Il denaro, la carriera, il successo e quant’altro non sono sufficienti per far felice l’uomo. Zaccheo era un uomo furbo e sveglio, uno di quegli uomini che difficilmente si mettono nel sacco, un uomo ricco che si era arricchito rubando, approfittando del posto che aveva alla dogana di Gerico, zona di confine della…

    Commenti disabilitati su GESÙ CONOSCE BENE QUELLO CHE C’È IN OGNI UOMO
  • Spezzando la sua Parola

    DAVANTI AL SUO VOLTO

    Riflessione sulla liturgia della Parola di monsignor Ermanno Raimondo Commemorazione di tutti i fedeli defunti  11/2/2019 – Anno (PROPRIO DEI SANTI) (Prima Messa – Letture: Giobbe 19,1.23-27a; Salmo 26; Romani 5,5-11; Giovanni 6,37-40 Terza Messa – Letture: Sapienza 3,1-9; Salmo 41; Apocalisse 21,1-5a.6b-7, Matteo 5,1-12a) Ciò che si impone immediatamente alla nostra attenzione, in questo giorno dedicato ai defunti è il carattere di fugacità e di brevità che segna con una nota di dolore la nostra vicenda umana. Dice Moravia quasi scherzosamente che gli uomini se ne vanno come se ne vanno gli anni: a giorni, a settimane, a mesi, a stagioni. E il Baretti al canonico Agudio: “Gli anni…

    Commenti disabilitati su DAVANTI AL SUO VOLTO
  • Spezzando la sua Parola

    LA MISURA PIÙ ALTA

    Riflessione sulla liturgia della Parola di monsignor Ermanno Raimondo Solennità di Tutti i Santi  11/1/2019 – Anno (PROPRIO DEI SANTI) (Letture: Apocalisse 7,2-4.9-14; Salmo 23; 1 Giovanni 3,1-3; Matteo 5,1-12a) La liturgia spalanca, oggi, davanti a noi la meta radiosa del nostro pellegrinaggio terreno: «la Santa Gerusalemme che è nostra Madre, dove l’assembla festosa dei santi glorifica in eterno il tuo nome» (Prefazio). La solennità liturgica è nata in oriente nei primi secoli della Chiesa con lo scopo di invocare e solennizzare i santi martiri imitatori di Cristo fino al sacrificio della vita. Oggi la Chiesa estende la solennità anche a coloro che raggiunti dall’amore di Dio hanno vissuto la…

    Commenti disabilitati su LA MISURA PIÙ ALTA
  • Spezzando la sua Parola

    LA PREGHIERA TRASFORMA LA VITA E LA RENDE FELICE

    Riflessione sulla liturgia della Parola di monsignor Ermanno Raimondo XXX Domenica del Tempo Ordinario  10/27/2019 – Anno (C) (Letture: Siracide 35, 15b-17.20-22a; Salmo 33; 2 Timoteo 4,6-8.16-18; Luca 18, 9-14) Anche la Parola di questa domenica ci porta a riflettere sulla preghiera. Domenica scorsa la liturgia ci ha presentato due esempi di preghiera: quella di Mosè e quella della vedova importuna. Oggi richiama la nostra attenzione sull’atteggiamento che dobbiamo assumere nella preghiera: metterci davanti a Dio con la verità di noi stessi. E qual è la verità di noi stessi? Che siamo dei poveri peccatori, tutti. Una condizione che non da tutti viene espressa nella preghiera, come dimostra la parabola…

    Commenti disabilitati su LA PREGHIERA TRASFORMA LA VITA E LA RENDE FELICE