Mons. Ermanno Raimondo

Mons. Ermanno Raimondo, nativo di S.Agata d’Esaro (1943), piccolo paese montano nel parco del Pollino, ordinato sacerdote nel 1968, già docente di Religione e di Lettere nei licei, di Bioetica nell’Istituto diocesano di Scienze Religiose, è canonico teologo del Capitolo cattedrale di San Marco Argentano – Scalea, cappellano dell’Ospedale civile di Cetraro, vicario parrocchiale di Guardia Piemontese e vicario
della Forania di Belvedere Marittimo. E’ stato segretario e redattore dei due libri del Sinodo diocesano, direttore dell’ufficio delle Comunicazioni sociali e della pagina diocesana di Avvenire. Come assistente ecclesiastico della sezione diocesana dell’Associazione dei medici cattolici italiani e direttore, per quindici anni, dell’Ufficio regionale della pastorale sanitaria ha pubblicato e curato alcuni studi in questo settore: La Cappellania ospedaliera (1992), Il Ministero della Consolazione (1997), L’accompagnamento del morente (1999), La pastorale della salute nella Chiesa di Calabria, L’unzione degli Infermi (1999); Guariscimi, Signore, riflessioni e preghiere nel tempo della malattia 2003). È inoltre autore di
testi a carattere monografico e miscellaneo: P. Enrique Urani, biografia di un Apostolo (1996), tradotto in lingua spagnola. Di questo libro l’allora Vicario Generale di Buenos Aires Mons. Jorge Mario Bergoglio, oggi Papa Francesco, inviò lettera di compiacimen to a S. Ecc. Mons. Augusto Lauro, vescovo pro-tempore; Le Battistine a Cetraro, ombra del Beato Fusco (2005); Ricordando la sua figura, Mons.Francesco Vivona (2010); Benedettini in Calabria, con altri autori (2013); “L’Abate Santo” Don Mauro De Caro, figura eccelsa di Cetraro e dell’Ordine benedettino. Ha curato inoltre gli Atti delle Celebrazioni del Beato Angelo d’Acri (marzo 2014).